Viaggio in Sabina
  • Località
    Roma, Rieti
  • Centri Ippici

    ASSOCIAZIONE CAVALIERI E ALLEVATORI DEL CAVALLO TOLFETANO DI COTTANELLO
    Via Del Castagneto, 15 - Cottanello (RI)
    Alessandro Volpi cell. 339 3749934

    ASD C.I. RIETI
    Via Santa Maria, 4 - Poggio Nativo (RI)
    Risa Sante cell. 339 2195217

    ASD CENTRO IPPICO VALLE DEGLI ULIVI DI LANCI SIMONE
    Via Scoccia santi snc - Marcellina (RM)
    Lanci Simone cell. 349 3481362

    ASD CIRCOLO IPPICO IL BUSCADERO DEI MONTI LUCRETILI
    Strada di Quirani, 19 Palombara Sabina (RM)
    Cataldo Ceccarelli cell. 338 6972963

    ASD COUNTRY HOUSE
    Via Empolitania km 8 - Castelmadama (RM)
    Manuele Moriconi cell. 328 187763

Viaggio in Sabina

Questo splendido percorso tra il Reatino e la Sabina ci porta alla scoperta di uno dei territori più belli d’Italia. I percorsi partono alla scoperta della Valle Santa reatina attraverso uno straordinario tragitto che si snoda tra i luoghi più suggestivi del patrimonio storico, culturale, naturalistico ed enogastronomico del territorio. Partendo dalla zona di Amatrice si arriva alla Cattedrale di Santa Maria di Rieti, presso la statua di San Francesco, e si prosegue sul Cammino di San Francesco attraversando la Rieti medievale, con i suoi palazzi e le sue chiese, con visite ai Santuari di Greccio, La Foresta, Poggio Bustone e Fonte Colombo oltre che alla Villa Romana Villa D’Assio ed altri luoghi di interesse, fino a Roma. Attraversando i Monti Lucretili e la sabina.

Amatrice un luogo oggi di dolore ma patria di un grande patrimonio artistico e culinario è la nostra prima tappa che vuole rappresentare un senso di rinascita e di speranza.
Si arriva poi a Greccio che si erge su un colle ai margini occidentali della Piana Reatina, ai confini con l'Umbria, nell'Alto Lazio, a circa 300 metri di altitudine rispetto al fondovalle. Il santuario Eremo di Greccio è uno dei quattro santuari eretti da San Francesco nella Valle Santa, insieme al santuario di Fonte Colombo, al santuario della Foresta, e il santuario di Poggio Bustone. Le voci su come san Francesco abbia scelto questo luogo scosceso si rincorrono ma la più suggestiva è sicuramente quella del bambino a cui il poverello di Assisi fece lanciare un tizzone il quale, volando come una saetta, terminò la sua corsa sulla parete rocciosa di un monticello di proprietà di un feudatario di Greccio, il Velita. Lì venne costruito l'attuale eremo.

Si prosegue poi verso Roma e si entra in un fantastico mondo naturale che è il Parco Regionale dei Monti Lucretili, in parte ancora incontaminato, esso si trova sulla dorsale calcarea del pre-appennino laziale e si estende per circa18.000 ettari. Il territorio Sabino è ricco di paesaggi estremamente variegati, con una natura selvaggia ancora incontaminata, colline a tratti povere e brulle ed a tratti ricoperte da maestosi boschi e foreste, cime innevate, pittoreschi specchi d'acqua, limpidi fiumi e sorgenti naturali di straordinaria bellezza. Roma la città imperiale passando nelle vicinanze della via Salaria nei pressi di Monterotondo rappresenta il nostro traguardo.

Caratteristiche tecniche:
• Lunghezza km 280 circa
• Livello di difficoltà medio


Territori interessati:
• Provincia di Rieti
• Provincia di Roma
• Parco dei Monti Lucretili


Comuni interessati:
• Amatrice
• Rieti
• Poggio San Lorenzo
• Scandriglia
• Palombara Sabina
• Monterotondo
• Roma


Siti di interesse storico/paesaggistico attraversati o limitrofi:
• Monti Sabini
• Santuario di Greccio
• Santuario di Poggio Bustone
• Parco dei Monti Lucretili